Azienda agricola Cascina Tavijn

Nel Comune di  Scurzolengo in provincia di Asti è situata  l’azienda agricola Cascina Tavijn, appartenente alla famiglia Verrua dove dai primi anni del 900 coltiva la vite e vinifica le proprie uve di Ruchè, Grignolino e  Barbera. L’azienda è certificata in biologico.

Mi accoglie Nadia Verrua, giovane produttrice, che mi accompagna  nei vigneti di proprietà. In passato, vi era un forte spezzettamento dei terreni vitati,  che la famiglia  è riuscita  a contenere, reimpiantando le viti .

Nadia racconta,  che i terreni della zona,  sono votati alla viticoltura;  se non fosse stato per l’arrivo della flavescenza dorata, che durante la fine degli anni 90 infettò molte viti nell’area, la zona sarebbe completamente vitata. Il “terrorismo” di quel periodo e la paura della malattia, determinò l’espianto di numerosi vigneti, e il Grignolino fu tristemente dimenticato; fortunatamente questo vino autoctono è in ripresa negli ultimi anni.  Il problema di questa fitoplasmosi, purtroppo  permane anche attualmente.  La famiglia ha deciso ultimamente di fare capitozzature invece di espiantare le viti, perché hanno verificato che piantare nuove barbatelle, non migliora la situazione.

Nadia mi mostra i suoi bellissimi vigneti inerbiti, intervallati da piccoli triangoli di bosco e alberi di nocciolo ;  la diversificazione vegetale evidente permette di mantenere una elevata biodiversità molto importante  per l’azienda.

Nelle annate equilibrate,  i quantitativi di zolfo che vengono dati in vigna,  rimangono considerevolmente al di sotto dei limiti previsti dal disciplinare,  e mi racconta che preferiscono utilizzare il prodotto secco in polvere, che asciuga di più la foglia.

Il  Signor Ottavio Verrua, (che falcia  a mano  le erbe spontanee tra i filari), mi fornisce inoltre numerose informazioni interessanti in merito agli animali selvatici presenti sul loro territorio che  a quanto pare sono numerosi.

Una curiosità: la giovane produttrice mi parla di sperimentazioni, ed in particolare dell’imbottigliamento di vino con aggiunta di  mosto. Il suo sogno  è quello di  riuscire a fare rifermentare la Barbera in bottiglia, come  Camillo Donati , precisando che lui è un maestro difficile da imitare. Nella area, per tradizione, si è sempre bevuta una Barbera un po’ vivace, ma attualmente, nessuno  la produce  facendola fermentare in bottiglia.

Dopo una mattinata di piacevoli informazioni passiamo alla parte che attendo con gioia, la degustazione dei vini.

Il Grignolino d’Asti 2010, rosso rubino tenue con riflessi granato; si presenta con sentori erbacei, sapido ed equilibrato al palato. Il retrogusto amarognolo caratteristico di questo vino è apprezzabile, e sono bilanciate acidità e il tannini. Il confronto con il Grignolino 2009 che conosco bene è immediato; è un vino più sapido e strutturato del precedente con sentori erbacei più spiccati e tannini “vivi” che asciugano la bocca. Entrambi vini briosi e veri da abbinare ai pasti, con il loro carattere ben distinto!

Ruchè Castagnole di Monferrato 2010, colore rosso porpora, profumi di  ciliegia, prugna, frutti rossi, note calde mi conquistano. Al palato è un vino morbido, fruttato ma con una struttura sostenuta e una bilanciata acidità. La leggera speziatura  lo rende un vino intenso e avvolgente, legato al territorio.

Infine il Barbera 2009 , profumi di frutta rossa scura, un vino di pronta beva e  struttura leggera, abbinabile a tutto pasto con formaggi locali.

Apprezzo molto i  vini di questa azienda, legati al territorio, e prodotti ancora in modo tradizionale dalla  famiglia Verrua;vini  non filtrati, non chiarificati, senza aggiunta di  lieviti selezionati e con bassi quantitativi di solfiti.

Un ritorno alla naturalità e ospitalità delle radici contadine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...